Informazioni su Marco Vallarino

Ho 36 anni, sono nato e vivo a Imperia, dove lavoro come esperto di comunicazione e giornalista, scrivendo per Il Secolo XIX, Blue Liguria e altri giornali e siti. Sono stato finalista a vari premi letterari e ho pubblicato numerosi racconti in volume e su rivista, oltre che il romanzo "Il muro", una teen story ambientata - come Ayon - nel mondo della spray art. La mia grande passione sono però i videogame testuali, conosciuti anche come avventure o interactive fiction. Da giocatore, ho bellissimi ricordi legati a Zork, Acheton, Emerald Isle, Wishbringer, Countdown to Doom, eccetera, mentre da autore, le mie opere Darkiss, Enigma e Il giardino incantato hanno avuto negli anni un bel riscontro di critica e pubblico, che spero possa toccare anche ad Ayon.

Game Republic parla di Ayon

Pioggia di segnalazioni per Ayon, a una settimana dalla sua uscita. In particolare, da ieri sera è on line sul sito di Game Republic una articolata intervista di Davide Salvadori intitolata Nel mondo di Ayon: intervista allo sviluppatore italiano Marco Vallarino in cui, oltre a parlare della mia ‘eterna’ passione per le avventure testuali, spiego come è nato il progetto del primo videogame italiano dedicato alla spray art, illustrando le differenze di allestimento rispetto a Darkiss e le finalità dell’opera.

Un altro bel servizio è uscito su Sherlock Magazine, il portale della Delos Books diretto da Luigi Pachì e dedicato al mondo del mistery. L’articolo Nel mondo di Ayon, un giallo interattivo tinto di spray art! mette in luce l’aspetto ‘poliziesco’ del gioco, che vede lo scapestrato reporter Vincent Morgan alle prese con una rocambolesca indagine giornalistica tra i murales e i graffiti di un malfamato ghetto di periferia.

Sul sito di TG Events, il giornalista Gregory Meschi nel suo servizio La Spray Art diventa un videogame ha invece puntato sull’elemento innovativo dell’opera, un videogioco che per la prima volta non parla di draghi, robot o vampiri, bensì di graffiti writing.

Sul suo blog dedicato all’interactive fiction, il super esperto Francesco Cordella (a sua volte autore di vari giochi, tra cui l’acclamato Flamel) è andato oltre, proponendo una prima recensione dell’avventura alquanto positiva.

Infine, Ayon è sbarcato nella Game Zone della community Logga.me di Simone Vidé, in un altro articolo che lo segnala come primo videogame italiano dedicato alla spray art.

Tra pochi giorni sarà anche on line l’intervista che ho rilasciato a Daniele Casadei di Inside The Game in cui, oltre ad analizzare i motivi del ritorno di fiamma del pubblico italiano per l’interactive fiction trent’anni dopo Zork e Avventura nel Castello, presento i miei prossimi progetti (tra cui ovviamente Darkiss 2, ma non solo) e do la mia opinione sulla attuale scena videoludica “commerciale”, dominata dalle produzioni della major.

Nel frattempo Ayon ha tagliato il traguardo dei 300 download su ProgrammiGratis.org e la sua pagina Facebook viaggia verso i 100 like. Grazie a tutti per questo affetto rinnovato e a presto con nuove mirabolanti avventure!

Radio InBlu entra nel mondo di Ayon

Prima uscita radiofonica per Ayon e i suoi graffiti e murales. Ieri pomeriggio sono stato ospite via telefono di Mauro Pellegrino che, dopo aver raccolto la segnalazione di Mario Guglielmi sul sito di news Riviera 24, mi ha intervistato a Radio InBlu per parlare di come sia nata e poi sviluppata l’idea di un videogame dedicato alla spray art. Due parole sono state spese anche sul mio romanzo Il muro e sulla sua “tragica” sparizione dagli scaffali delle librerie dopo la chiusura della casa editrice.

Questo l’audio dell’intervista:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Buon ascolto!

Pubblicato in Ayon

Ecco i 5 scoop più veloci

Partenza col botto per Ayon, che a poco più di 12 ore dalla messa on line viaggia verso i 100 download e ha preso oltre 40 voti, con una lusinghiera media di (quasi) 5 stelle su 5. La giornata ha anche assegnato i premi messi in palio per i giocatori più bravi a terminare l’avventura. I 5 ‘scoop’ più veloci sono stati quelli di: Bryan Pierobon, Alessandro Capano, Daniele Galati, Adriano Franchini, Karl Ito.

Questi maghi dell’adventuring si sono aggiudicati i dvd della commedia noir La dolce Eleonora e l’amaro calice di Emilio Audissino messi in palio per l’occasione. Curiosamente per Galati si tratterà di un doppione, visto che si era già aggiudicato il dvd ai tempi della gara di Darkiss.

Intanto, a neppure 24 ore dalla sua pubblicazione, Ayon è stato già segnalato da Mentelocale, Kult Underground, Riviera 24, Virtual Press e da Marco Giorgini sul suo blog personale (trovate i link nella pagina dei Media), dopo essere stato presentato in anteprima lo scorso weekend da Boris Di Maggio su ProgrammiGratis.org, il sito che ospita il file del gioco. Altri articoli dovrebbero seguire a breve, intanto vi ricordo anche la pagina Facebook del programma, @ayonavventuratestuale, che aspetta i vostri like 🙂

Grazie a tutti per questi primi incoraggianti riscontri e lunga vita all’avventura! (testuale)

Ayon è on line!

L’avventura testuale Nel mondo di Ayon è finalmente on line! Puoi scaricare il file zip dal sito ProgrammiGratis.org con l’auto installante Ayon_Setup.exe per Windows, il pacchetto deb per Ubuntu, Debian e le distro GNU/Linux derivate, e l’immancabile file z5 multi piattaforma per tutti gli altri sistemi e dispositivi, compresi smartphone e tablet.

Ricordati di votare il gioco sul sito e, se hai Facebook, di mettere Mi piace alla pagina di Ayon e per quanto possibile condividere la scheda. Grazie!

Come da tradizione, i primi cinque a terminare con successo l’avventura, chiedendo al massimo un aiuto, riceveranno in premio un dvd del film La dolce Eleonora e l’amaro calice di Emilio Audissino. Per cui, se pensi di essere stato abbastanza veloce, mandami una email con la password della sezione segreta del gioco (contenuta nel testo finale della storia) e incrocia le dita! 😉

Buon divertimento!