Thriller Magazine parla di Ayon, un noir colorato di street art

Dopo qualche mese di silenzio, la rete torna a parlare di Ayon. Il primo videogame italiano dedicato alla street art è uscito venerdì scorso su Thriller Magazine, il cliccatissimo portale dedicato al mondo del brivido e dell’intrigo. Definito un noir colorato di street art, Nel mondo di Ayon è sulla buona strada per raggiungere a breve il traguardo dei 2.000 download, e intanto ogni settimana la Rainbow Gallery registra i nuovi ingressi dei reporter che riescono a terminare con successo l’avventura, a dispetto del limite di tempo e della trama che si fa via via più ingarbugliata.

Nel frattempo, è finalmente uscito Darkiss 2. L’atteso seguito della interactive fiction più terrificante della rete ha subito scatenato l’entusiasmo dei fan del vampiro Martin Voigt, conquistando inoltre due ottime segnalazioni su Games4all e Scheletri.com.

E chissà che prima o poi le strade di Ayon e Martin V. non arrivino a incrociarsi…

Pioggia di segnalazioni per Ayon

L’uscita di Ayon nella rubrica delle app di Sergio Pennacchini sul sito di La Repubblica XL dello scorso 8 settembre ha dato il via a una lunga ed entusiasmante serie di segnalazioni su molti siti di informazione sia specializzata che generalista. Su Lettera43 Cristiano Bosco ha scritto un lungo e dettagliato articolo sul ritorno in auge delle avventure testuali in Italia grazie proprio ai recenti exploit di Darkiss e Ayon. Più concise ma altrettanto preziose le news uscite sui blog di Tecnik Geek e Altri Bit.

A livello locale, alle prime ribattute dell’edizione genovese di Repubblica La spray art vale un videogame e Punto Imperia si sono aggiunte quelle di IVG, Sanremo News, Sanremo Buone Notizie, RSVN, Liguria 2000 News, Mediterranews, Punto Albenga, La Riviera mentre più recentemente anche l’esperto informatico Fabrizio Verde ha parlato di avventure testuali sul suo blog Grande Ciaparche Verde citando Ayon come opera di riferimento del genere.

Oggi infine Nicoletta A. ha pubblicato sul portale SoloGames del network Teknosurf una simpatica segnalazione del primo videogame testuale dedicato alla street art, esaltandone la modernità a dispetto dell’interfaccia (all’apparenza) antidiluviana.

Intanto Ayon prosegue la sua corsa verso i 1.000 download, mentre ogni settimana la Rainbow Gallery registra l’ingresso di nuovi, intrepidi reporter.

Skan Magazine parla di Ayon

Dopo aver brillantemente tagliato il traguardo dei 500 download e dei 100 Mi piace su Facebook nei suoi primi venti giorni di vita, l’avventura testuale Nel mondo di Ayon fa parlare di sé anche sul mensile virtuale Skan Magazine, che sul numero di agosto gli ha dedicato una bella pagina di presentazione a cura di Loredana Castorelli.

Ad aprile Skan Magazine aveva già parlato di Darkiss! Il bacio del vampiro, inaugurando proprio quel mese una rubrica dedicata alla interactive fiction che in seguito ha dato spazio anche ai giochi di Leonardo Boselli, autore che ha la particolarità di scrivere le proprie opere col più innovativo linguaggio Inform 7, anziché col tradizionale Inform 6 (usato anche da me per Ayon e Darkiss).

Intanto nella Rainbow Gallery, che ospita i nomi di tutti coloro che sono riusciti a finire il gioco, ha fatto capolino pure Enrico Colombini, l’autore della celeberrima Avventura nel castello. Un grande onore per Ayon, così come per Darkiss Enigma, le altre avventure giocate e finite da Colombini, in un momento di apparente nostalgia per il genere di programmi che ormai più di trent’anni fa gli aveva dato grande fama in tutto l’ambiente informatico, inaugurando la sua brillante carriera di autore.

La speranza è che la riscoperta delle avventure testuali da parte di Colombini possa concretizzarsi nella realizzazione di una nuova pietra miliare dell’interactive fiction tricolore, dopo il lancio nel 2011 dell’ebook interattivo Locusta temporis. Nel frattempo, buona estate a tutti! 

Game Republic parla di Ayon

Pioggia di segnalazioni per Ayon, a una settimana dalla sua uscita. In particolare, da ieri sera è on line sul sito di Game Republic una articolata intervista di Davide Salvadori intitolata Nel mondo di Ayon: intervista allo sviluppatore italiano Marco Vallarino in cui, oltre a parlare della mia ‘eterna’ passione per le avventure testuali, spiego come è nato il progetto del primo videogame italiano dedicato alla spray art, illustrando le differenze di allestimento rispetto a Darkiss e le finalità dell’opera.

Un altro bel servizio è uscito su Sherlock Magazine, il portale della Delos Books diretto da Luigi Pachì e dedicato al mondo del mistery. L’articolo Nel mondo di Ayon, un giallo interattivo tinto di spray art! mette in luce l’aspetto ‘poliziesco’ del gioco, che vede lo scapestrato reporter Vincent Morgan alle prese con una rocambolesca indagine giornalistica tra i murales e i graffiti di un malfamato ghetto di periferia.

Sul sito di TG Events, il giornalista Gregory Meschi nel suo servizio La Spray Art diventa un videogame ha invece puntato sull’elemento innovativo dell’opera, un videogioco che per la prima volta non parla di draghi, robot o vampiri, bensì di graffiti writing.

Sul suo blog dedicato all’interactive fiction, il super esperto Francesco Cordella (a sua volte autore di vari giochi, tra cui l’acclamato Flamel) è andato oltre, proponendo una prima recensione dell’avventura alquanto positiva.

Infine, Ayon è sbarcato nella Game Zone della community Logga.me di Simone Vidé, in un altro articolo che lo segnala come primo videogame italiano dedicato alla spray art.

Tra pochi giorni sarà anche on line l’intervista che ho rilasciato a Daniele Casadei di Inside The Game in cui, oltre ad analizzare i motivi del ritorno di fiamma del pubblico italiano per l’interactive fiction trent’anni dopo Zork e Avventura nel Castello, presento i miei prossimi progetti (tra cui ovviamente Darkiss 2, ma non solo) e do la mia opinione sulla attuale scena videoludica “commerciale”, dominata dalle produzioni della major.

Nel frattempo Ayon ha tagliato il traguardo dei 300 download su ProgrammiGratis.org e la sua pagina Facebook viaggia verso i 100 Mi piace. Grazie a tutti per questo affetto rinnovato e a presto con nuove mirabolanti avventure!